E’ da un po’ di tempo che pensate di imparare ad usare la macchina per cucire per realizzare da soli i vostri abiti o anche per sistemare quelli che avete già o dare un servizio sartoriale a chi non ha tempo di farlo. Ovviamente pensate di comprarne una ma prima di passare all’acquisto è giusto conoscere l’infinito “universo” delle macchine per cucire dove esiste una varietà incredibile di modelli e tipologie, tali da rendere indispensabile prima informarsi molto attentamente leggendo ad esempio le tantissime informazioni contenute su https://lemacchinedacucire.it che vi faranno da bussola per capire come procedere alla scelta e poi all’acquisto che vi soddisfi realmente.

Facendo qualche ricerca in Rete avete scoperto che le diverse tipologie di macchine per cucire presenti sul mercato appartengono a due grandi maxi categorie basilari: quella elettronica e quella meccanica entrambi robuste e affidabili, fornite di apposito reostato, quel pedale che aziona l’ago ma che si differenziano per il metodo di selezione dei punti di cucitura. Inoltre il modello elettronico risulta più rispondente alle esigenze dei principianti con un monitor e tasti computerizzati che danno l’impulso ai meccanismi rendendo più semplice e intuitiva la scelta delle cuciture da eseguire.

Il prezzo di partenza di questi apparecchi si aggira intorno a 200 euro aumentando man mano che la macchina diventa più ricca di prestazioni e di funzioni avanzate. Molte macchine elettroniche di fascia alta, infatti,  arrivano fino a 8000 euro o più. Alcune di queste hanno anche una memoria le lavorazioni fatte. Un’opzione ideale per chi fa della macchina per cucire una professione poiché può essere di grande aiuto per chi deve fare diversi interventi sulle stesse misure o realizzare più capi con le stesse caratteristiche.

La macchina da cucire meccanica, al contrario è dotata di funzioni tutte da impostare a mano ed è meno intuitiva richiedendo maggiore manualità e conoscenza del lavoro. Il prezzo di quest’ultima può variare da 100 a 1000 euro ma anche oltre quando siamo davanti a macchinari più sofisticati.