L’impastatrice è un elettrodomestico che consente di poter impastare, amalgamare, ma anche montare impasti liquidi-semiliquidi e duri con l’inserimento degli ingredienti in una ciotola.

Le caratteristiche e gli accessori per una buona impastatrice.

Il corpo del motore va ad abbracciare da sopra il contenitore con le fruste. a seconda della consistenza del composto sarà possibile interscambiare ganci, fruste ed anche accessori per la lavorazione. Sarà pure possibile poter inserire gli alimenti in modo graduale in base all’ordine di composizione della ricetta, se l’impastatrice sarà dotata di coperchio para-schizzi, l’operazione sarà molto semplice ma pure maggiormente sicura, perchè si eviterà di inserire le mani nella ciotola.

L’impastatrice, attualmente è nota con il nome di planetaria, anche se ci sono delle diversità, permette di poter impastare pure grandi quantità di composti duri, pure con lievitazione, che con difficoltà si potrebbero fare a mano con il frullatore oppure con il cucchiaio di legno. A seconda della capienza della ciotola, sarà possibile lavorare impasti per pandori, panettoni, biscotti duri, fino ai composti che sono più leggeri come per la preparazione di muffin, di crispelle, oltre che sarà possibile montare ed amalgamare panne, salse oppure maionesi.

La Planetaria Migliore è certamente quella dotata di una potenza che è espressa in watt che permette di poter impastare ma anche lavorare qualunque tipologia di impasto, senza alcuna pausa nella lavorazione e fino a 20 minuti consecutivi, per mezzo della resistenza del gancio ed anche delle fruste. In tal caso corpo e accessori in acciaio inossidabile oppure alluminio pressofuso faranno la differenza. L’ideale sarebbe scegliere una potenza che vada ad attestarsi sui 900-1000 W. Ancora meglio se la potenza superasse i 1000-1100 W attestandosi sui 1.200 W per un relativo costo che va dalle 250 alle 450 euro.

Gli accessori di solito di una planetaria sono una ciotola da 1,5-2 kg con coperchio paraschizzi, quattro tipi di frusta, a foglia, a filo, gommata e gancio che dovranno essere contenute nella confezione, pur essendo possibile che dei modelli, in particolare delle aziende leader nel settore della produzione di impastatrici tendano ad offrire alcuni accessori da comprare a parte per poterli inserire nella macchina, quali la gelatiera. Ad ogni modo,seguendo tali consigli, sarà possibile poter acquistare la migliore impastatrice disponibile sul mercato, perchè consentirà di poter produrre lavorazioni in sicurezza e con ottimi risultati.

In particolare per preparare la pizza, l’impastatrice perfetta che dovrà impastare in media 1,200-2 kg di farina, dovrà avere un gancio in acciaio inox oppure in alluminio pressofuso, ed una potenza non minore ai 900-1000 W, per avere un prodotto buono.